I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

::: .... :::

Albano Laziale, Aldo Onorati e il “Cobra e l’usignolo” riempiono la libreria Caracuzzo

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ALBANO LAZIALE - Tutto esaurito per il trinomio OnoratiOnofrio – Ensemble. Nella libreria Caracuzzo di Albano Laziale, gremita per l’occasione, è stato presentato, nel pomeriggio di giovedì 16 marzo, l’ultimo romanzo di Aldo Onorati dal titolo “Il cobra e l’usignolo”, edito da Ensemble. Relatore della serata è stato Marco Onofrio, che ha fatto un’ampia postfazione al libro. Dell’opera ha parlato l’autore stesso: «Nel romanzo parlo dei giorni nostri – ha esordito Onorati - in cui sembra che il progresso non abbia mutato nel profondo il mondo del lavoro, coi suoi tentacoli, i ricatti, le ingiustizie, i soprusi e la sofferenza di chi deve dipendere dai datori di lavoro per sopravvivere in un contesto sempre più difficile come l’odierno».

Durante l’evento è intervenuto anche lo scrittore e critico letterario, Marco Onofrio, che sul “Cobra e l’usignolo” ha commentato: «Questo nuovo, breve romanzo di Aldo Onorati irradia le sue potenzialità da uno snodo di forze e ragioni contrapposte, che spacca il mondo, da sempre, in due filosofia di vita inconciliabili: da una parte il punto di vista dei “furbi” che approfittano di tutto e ingannano tutti, succhiando l’utile da ogni circostanza; dall’altra quello degli “idealisti” che perdono posizioni, occasioni e vantaggi – nella battaglia quotidiana dell’esistenza – pur di restare fedeli alla propria incorruttibile natura».

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna