Ricerca nell'archivio:

"Grande Bambini, Piccolo Uomo": il primo convegno sull'adolescenza

22-03-2016

FRASCATI - L'evento si è svolto lo scorso 17 marzo presso le Scuderie Aldobrandini. Oltre 100 persone del settore hanno aderito all'iniziativa.

ilmamilio.it

Il giorno 17 marzo presso le Scuderie Aldobrandini di Frascati, si è svolto il primo convegno distrettuale, organizzato e promosso da Arcobaleno - Cooperativa Sociale Tuscolana di Solidarietà, dal titolo “Grande Bambino, Piccolo Uomo - Adolescenza: un approccio multidisciplinare”. Il convegno ha visto la presenza di oltre 120 partecipanti seduti in platea: responsabili dei servizi sociali dell'ASL Roma 6, medici e psicologi, operatori sociali, referenti e coordinatori e insegnanti degli Istituti Scolastici Superiori del Distretto H1 e H3, presidenti di alcune delle società sportive che operano sul territorio, rappresentanti della curia di Frascati, cittadini.

Il convegno, alle ore 16:00, ha inaugurato i lavori con il discorso di apertura di Ubaldo Lucci (presidente della Cooperativa Arcobaleno nonché promotore dell’evento) che ha messo in evidenza come il convegno è nato dal naturale impegno, sostegno e mission he ha la cooperativa Arcobaleno da più di trent’anni nel territorio di Frascati e non solo. Durante questa prima fase, la parola è passata ad Alessandro Spalletta, Sindaco di Frascati che ha elogiato il forte impegno che la cooperativa ha nei confronti della cittadinanza e di come l’evento possa essere un nuovo punto di partenza per rispondere alle esigenze dei giovani e delle famiglie del territorio. Il direttore sanitario del distretto 1 Asl Roma 6, Carla Paradisi,  ha motivato la sua presenza con la forte curiosità di partecipare ad un convegno rivolto all’adolescenza, aggiungendo come il territorio e i servizi debbano far fronte a questa realtà dando una risposta concreta; richiesta di risposta che trova eco e forza nelle parole di Tommasina Raponi, responsabile del Piano di Zona dei distretto socio-sanitario, che evidenzia come il privato sociale debba essere considerato una risorsa per il territorio che affianca le istituzioni. Oriana Gabrielli, dirigente psicologa T.S.M.R.E.E. di Frascati del distretto 1 Asl Roma 6, ha dato voce ad un progetto del distretto socio-sanitario H1 iniziato quattro anni fa che opera nel territorio a livello multidisciplinare e in collaborazione con le scuole: lo SPIN (Spazio Incontro) si presenta come una realtà per tutti i giovani e gli adulti che hanno voglia di mettersi in gioco e trovare uno spazio gratuito per affrontare le difficoltà tramite interventi di gruppo. Alle 16:30, dopo il saluto di tutti gli ospiti, Ubaldo Lucci presenta la nuova iniziativa della Cooperatva Arcobaleno, ovvero l’avvio di un nuovo progetto denominato “Primo Centro - Consulenza Diagnosi Intervento” con sede a Frascati. Il centro nasce dalla volontà di una equipe multidisciplinare, composta da medici, psicologi e psicoterapeuti, avvocato, logopedista, neuropsicomotricista, nutrizionista, di accogliere e di rispondere alle esigenze degli individui che ne fanno richiesta e accesso, prendendo in carico la persona e le sue esigenze in maniera integrale e professionale. Una parte dell’equipe è anche relatrice di questo convegno. Il primo relatore è stato Saverio Aquili, pediatra, adolescentologo e direttore U.O.C Pediatria, che ha condiviso le sue riflessioni sulla adolescenza come età incerta e silenziosa; il suo intervento si è intrecciato con la pratica professionale e la sua personale esperienza, portando la platea in un percorso all’interno dei confini della adolescenza. Il secondo intervento è stato quello di Cristian Nocco, psicologo, psicodiagnosta, CTP e formatore, che ha esposto le ultime teorie e ricerche sulla funzione e sviluppo di alcune aree neuronali target nel cervello dell’adolescente e il loro collegamento con gli stati emotivi e cognitivi, arrivando ad esporre e condividere un concetto nuovo come quello di “eco-adolescenza”. La neuropsichiatra infantile Caterina Rosa ha riflettuto sulla valutazione psicopatologica in adolescenza portando gli auditori a conoscere come la figura del medico neuropsichiatra divenga importante per offrire un’iniziale livello di screening per l’adolescente problematico e con disagio fisico e psichico nonché per la sua famiglia. Il quarto intervento è stato quello di Cinzia Piccolo, psicologa, psicoterapeuta, psicodiagnosta ed esperta nella tecnica EMDR, che ha parlato della presa in carico dell’adolescente in psicoterapia, formulando domande e dando risposte su come avviene tale presa in carico sia partendo dalle richieste della famiglia, sia rispettando l’importanza del coinvolgimento dell’adolescente stesso; la riflessione continua con la formulazione del caso clinico nei suoi aspetti di prevenzione e di trattamento. Il convegno si è concluso con l'intervento di Mirta Valori, logopedista, che ha esposto le più aggiornate teorie e ricerche su DSA ( Disturbi Specifici dell’Apprendimento) nel periodo dell’adolescenza, offrendo spunti di riflessione su nuove metodologie operative per lavorare con la popolazione adolescenziale.

 

Si coglie l'occasione per ricordare che il  17 marzo 2016 sono state aperte le porte al PRIMO CENTRO - consulenza diagnosi intervento con sede a Frascati. Per informazioni scrivere alla mail: info@arcobalenoweb.it o telefonare al numero 06 94 19 745.”



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2020