I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

::: .... :::

Conclusi gli ultimi test della Moto Gp

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

MAMILIO MOTORI - Si è conclusa in Qatar l'ultima sessione di test disponibili per i Team della moto Gp. La Yamahasi è sempre fatta notare in questi giorni di test. Alle ore 21 locali di domenica c'è Maverick Viñales davanti a tutti. Lo spagnolo con il suo 1'54"330 ha realizzato il miglior tempo assoluto dei tre giorni in Qatar. “Siamo stati in quattro tracciati diversi finora e mi sono sentito bene in tutti. Questo significa che mi sono adattato bene alla moto e abbiamo migliorato molto” afferma Viñales. Valentino Rossi invece dopo una caduta nel sabato ha cercato conferme, soprattutto dopo le difficoltà nella prima parte di pre-stagione: "Non ricordo una preseason così difficile con la Yamaha" ha ammesso. L'italiano ha lavorato soprattutto sull'ingresso in curva trovando delle difficoltà con la gomma anteriore. Anche le Ducati hanno trovato miglioramenti importanti.Andrea Dovizioso che si è portato in seconda posizione a soli 71 millesimi. Jorge Lorenzo ha abbassato il suo tempo migliore, scendendo a 1'54"519, ottenendo una quarta posizione.

La Ducati ha fatto esordire una nuova carena, non passata di certo inosservata, che non ha nulla a che vedere con le soluzioni adattate dagli altri team per sopperire la mancanza delle alette e che sicuramente sarà studiata dagli avversari. Honda, Yamaha e Suzuki hanno infatti allargato la carena al limite della misura consentita, ma la Ducati ha proposto un deviatore di flusso che aiuterà a tenere bassa la ruota anteriore nella fase di accelerazione e darà stabilità in staccata. Frutto di accurati studi aerodinamici degli ingenieri. Sotto al muro dell'1'54" è scesa anche la Honda ufficiale di Dani Pedrosa che è riuscito a portarsi in terza posizione, a 139 millesimi da Viñales. Solo decimo il compagno di squadra Marc Marquez a più di mezzo secondo dal miglior tempo registrato. Quest'ultimo ora ha portato al debutto una nuova carena per la RC213V. Un'evoluzione di quella standard visto che non presenta soluzioni aerodinamiche particolari. Il campione del mondo è anche incappato in diverse cadute, anche con la carena nuova. Da mettere a punto la Honda del campione del mondo che ne sabato ha avuto problemi al motore e all'elettronica. Lo spagnolo aveva infatti commentato così: "Abbiamo provato tante cose nuove, è stata una buona giornata dopo le difficoltà del prima sessione. Domenica lavoreremo su elettronica e setup". Il mondiale si prospetta molto interessante e combattuto, il ventisei Marzo si accenderanno le luci proprio in Qatar sul circuito di Losail.

01- Maverick Vinales – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’54.330
02- Andrea DoviziosoDucati Team – Ducati Desmosedici GP – + 0.071
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.139
04- Jorge LorenzoDucati Team – Ducati Desmosedici GP – + 0.189
05- Alvaro Bautista – Pull&Bear Aspar Team – Ducati Desmosedici GP – + 0.384
06- Scott Redding – Octo Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP – + 0.420
07- Jonas Folger – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.477
08- Cal Crutchlow – LCR HondaHonda RC213V – + 0.491
09- Johann Zarco – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.570
10- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.660
11- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.855
12- Andrea Iannone – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – + 0.954
13- Karel Abraham – Pull&Bear Aspar Team – Ducati Desmosedici GP15 – + 1.003
14- Alex Rins – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – + 1.032
15- Aleix Espargaro – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP – + 1.121
16- Jack Miller – EG 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 1.125
17- Loris Baz – Reale Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP15 – + 1.209
18- Danilo Petrucci – Octo Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP – + 1.226
19- Sam Lowes – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP – + 1.837
20- Tito Rabat – EG 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 1.964
21- Bradley Smith – Red Bull KTM Factory Racing – KTM RC16 – + 2.021
22- Pol Espargaro – Red Bull KTM Factory Racing – KTM RC16 – + 2.141
23- Mika Kallio – Red Bull KTM Factory Racing – KTM RC16 – + 2.561