I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Registra il nostro contatto +39 3319188520 e inviaci le tue segnalazioni e foto su whatsapp
::: ... :::
 

Monte Porzio Catone, la velenosa replica di Minucci a Pulcini

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

MONTE PORZIO CATONE (politica) - Nuovo episodio di un botta e risposta che si trascina da giorni

ilmamilio.it

Dall'assessore Gianluca Minucci in replica al consigiere di minoranza Massimo Pulcini (LEGGI l'articolo) riceviamo e pubblichiamo.

"Il consigliere del gruppo di minoranza Viviamo Monteporzio ed ex vice sindaco Pulcini ha riposto all'articolo pubblicato su "ilmamilio.it" dell'assessore Gianluca Minucci, che così replica:

"Non avrei voluto rispondere per evitare un ping pong, ma ritengo che il consigliere abbia superato ogni limite nel lanciare a raffica accuse rabbiose, sparando nel mucchio, e praticamente per ricordarci il fallimento dei cinque anni di amministrazione di Viviamo Monte Porzio decretato con la sconfitta alle elezioni. Pulcini nel suo pigolare "io, io , io ho ideato, io ..." fa esplodere il suo piccolo ego in un monologo nervoso intonando un canto stonato. Se avesse veramente ideato, realizzatotutto ciò che dice, oggi non sarebbe seduto sui banchi della minoranza in Consiglio Comunale. Inoltre l'ex assessore, non avendo argomenti, specula vergognosamente sulle dimissioni di Paolo Boni e di Mura Bettini, le cui motivazioni sono note e pubblicamente esposte (per l'assessore al Bilancio in particolare i cittadini possono seguire lo streaming del Consiglio Comunale del 7/6/2017 https://www.youtube.com/watch?v=Ets4hcdAiog).

Ciò premesso andiamo per ordine. In un momento di grandi difficoltà oggi non abbiamo più fondi disponibili per gli eventi e abbiamo solo la possibilità di poter partecipare a bandi regionali. Rispetto ad anni addietro, con migliori disponibilità economiche, proprio l'ex vice sindaco si è indebitato senza preoccuparsi di fare economia e pensare al futuro. Una cicala diremmo, non certo una brava formica! Ricordiamo allora quanto realizzato (negli ambiti della Cultura, del Turismo e delle Scuole) da questa Amministrazione: il nuovo allestimento del "Museo Della Città"; le iniziative nel "Museo del Vino" che hanno ampliato l’offerta; l'"Info Point"; il "Bando dei Borghi" che porterà una rete wi-fi turistica sul territorio (60.000,00 euro dalla Regione); il nuovo slancio alle iniziative teatrali; il rilancio del "Giro del Tuscolo" grazie alla collaborazione con le associazioni locali; l'"Ottobre in Festa"; il "Festival del Sacro"; le molteplici mostre ed eventi nella Biblioteca comunale; la partecipazione a numerosi Bandi Europei; i lavori nelle scuole; l'Ampliamento dei contributi per progetti scolastici. In particolare l'attuale amministrazione ha vinto due bandi per il museo del vino per il riallestimento (60.000,00 euro) e per il Museo della Città (30.000,00 euro). In aggiunta sono in cantiere nuovi progetti per la valorizzazione dei prodotti tipici

Ciò che ha "realizzato" il consigliere di minoranza, che ama tanto autocelebrarsi, poteva farlo solo perché aveva disponibilità finanziarie; purtuttavia non ci pare che abbia creato molto di nuovo e non ha vinto in 5 anni nessun bando pubblico. Ma in compenso sono ben noti gli sperperi dell'Amministrazione Gori, tra questi come esempio: il Concerto di Capodanno costato 10.000,00 euro senza finanziamenti regionali; la Mostra delle Orchidee per la quale furono spesi 60.000,00 euro senza finanziamenti regionali e tante altre manifestazioni in cui si sono utilizzati solo fondi comunali; senza dimenticare i contributi a pioggia alle associazioni e così via. Spese pazze! Loro poi sono stati talmente bravi ... che non sono stati riconfermati.

L'ex assessore in realtà parla di loro proposte che dovevano servire per fare economia, come nel caso dello spostamento della Biblioteca Comunale nell'edificio ex STEFER a piazza Trieste. Bene, senza dilungarci, basta solo dire che la Biblioteca è un'area istituzionale che questa Amministrazione vuole mantenere nel palazzo Borghese; è un luogo della cultura che non va spostato, perché significherebbe impoverire ulteriormente il centro storico. La biblioteca resta a palazzo Borghese perché questa amministrazione ha ulteriormente risparmiato con un nuovo contratto di locazione. Inoltre, la manifestazione"Librinsieme" non è stata una "loro" creazione, bensì un progetto della Scuola, alla quale l'attuale Amministrazione ha dato fondi (anche sacrificando e giustamente le indennità personali) per una cifra pari a 8.000,00 euro(su vari progetti) raddoppiando la cifra che la giunta Gori aveva impegnato. Per quanto riguarda l'"Ephebeum" in cattive condizioni, ricordiamo che l'Amministrazione Gori lo ha lasciato all'attuale Amministrazione praticamente in stato di abbandono, non eseguendo alcun lavoro di manutenzione dopo che la sede era stata acquistata dalla Giunta Buglia; come del resto è accaduto per la scuola di musica in cui non ci sono stati interventi di manutenzione. Ricordiamo anche che i famosi refettori, per i quali fu prodotto anche un questionario sulla scelta degli arredi non furono opera dell’Amministrazione Gori, ma della ditta che gestisce il servizio, gravando sul costo del pasto. Oggi l'Amministrazione Pucci sta intervenendo considerando tagli doverosi, purtroppo necessari dopo anni di spese folli. Per quanto riguarda i locali delle scuole, lasciati come eredità in pessime condizioni, l'attuale Amministrazione ha operato con diversi lavori (ed altri sono in procinto di partire), pur con grande difficoltà. I bandi sono usciti con ritardo perché hanno dovuto rispettare le nuove normative che non prevedono più i contributi alle associazioni che operano su servizi comunali.

Il consigliere di minoranza cita i Musei, ebbene è stato necessario un doloroso taglio (due locali del museo del Vino) perché non c'è stata in precedenza una ottimizzazione delle spese (ricordiamo che la Giunta Gori spendeva 110.0000,00 euro l'anno contro una cifra attuale inferiore ai 70.0000,00 euro/anno). L'elenco è lungo e ci sarebbe ancora altro da ricordare su ciò che non hanno realizzato questi signori.

Quindi chiudo qui e definitivamente questo ping-pong con un Pulcini, che ricordiamolo ancora, fece il "salto della quaglia" (per restare nel mondo dei volatili) visto che pur di mantenere la poltrona in Consiglio comunale passò da una compagine politica a quella di segno opposto... veramente molto coerente!".

Commenti   

 
#1 Viviamo mpc 2017-06-18 09:07
Non rispondere nel merito è solo da politicanti...c ome le bugie dette (vedi comunicati che abbiamo conservato) ai genitori sulla compartecipazio ne non a norma della giunta Gori sulle tariffe tenute basse impropriamente. E' GRAVE. COME SI FA A DIRE CHE LA GIUNTA GORI NON HA partecipato a UN BANDO !??! Quello sulle energie rinnovabili ERA UN BANDO EUROPEO. Informati.Sulle dimissioni di Boni e Bettini la butti in caciara perché si parla solo di un dato oggettivo: l'effettiva perdita di due esponenti di peso dell' amministrazione Pucci). Sul balletto delle tariffe non spendi una parola e non rispondi nel merito mentre tanti genitori volevano certezze ! Pulcini a differenza dopo la prima esperienza se n'è andato coraggiosamente senza più la protezione di partiti e partitoni ed è stato premiato con un movimento civico. Tu sei stato l'ultimo degli eletti nonostante un partito che hai usato per la poltrona di assessore (Con 100 voti). Pulcini senza partiti ha preso 4 volte i tuoi voti....
Citazione
 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna