Grottaferrata, Moira Masi alla Camera dei Deputati per il “patto con gli italiani”

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

GROTTAFERRATA (politica) – La candidata sindaco su immigrazione, organizzazione del territorio, buona amministrazione

ilmamilio.it - comunicato stampa

"Si è tenuto oggi in sala stampa della Camera dei Deputati la conferenza di Fratelli d’Italia, dei Candidati Sindaci d’Italia, i quali,si sono impegnati in un vero e proprio “Patto con gli Italiani”.

Moira Masi, candidato sindaco di Grottaferrata nel suo discorso ha espressamente detto: “Ho accettato tale candidatura perché penso che Grottaferrata, come tutto il nostro paese, abbia finalmente bisogno dì un politica che sappia assumersi le responsabilità dì scelte e a sostegno e a difesa dei cittadini, i quali necessitano dì istituzioni che rispettano gli impegni presi, dì un sindaco che ami la città e che rispecchi le caratteristiche che da sempre contraddistinguono il nostro partito: azioni concrete e dì buon senso. Vista la situazione dì disagio sociale, sentiamo il dovere dì impegnarci con estrema chiarezza sulla situazione immigrazione. Comuni che aderiscono senza battere ciglio sulla Spar (delibera dei sogni) essendo in primis complici della violazione delle leggi sulle acque internazionali, sui diritti umani e soprattutto sui diritti dei cittadini italiani”.

“Esempio dì una politica fallimentare – ha continuato la Masi - è Rocca dì Papa. Il comune ospita 400 immigranti in una struttura, immigrati che vagano nei nostri comuni chiedendo l’elemosina. Per questo diremo no al business dell’accoglienza, No alla ricollocazione dì clandestini e richiedenti asilo nel nostro comune fino a quando non verrà fermato il flusso in entrata dalla Libia, fino a che non verrà attivata una concreta politica dì espulsione degli irregolari e non verrà approvata una legge taglia-business la quale preveda una dettagliata e puntuale rendicontazione dì ogni spesa per gli immigrati divieto dì utilizzo dì condomini in pieno centro abitato, con un controllo serrato sulle cooperative che, senza l’assenso del comune, gestiscono l’accoglienza del territorio”.

“Accoglienza si – ha spiegato la Masi - ma solo ad immigrati regolari. Abbiamo il dovere - oggi più che mai - dì tutelare i nostri cittadini con una politica seria e attenta alle problematiche della famiglia, partendo dall’emergenza casa ( sotto gli occhi dì tutti “sfratti esecutivi” “mancanza dì alloggi per i terremotati” ) alla devastante crescita dì mancanza dì lavoro e occupazione giovanile”. ”Ritengo importante – ha concluso la Masi - partire dal riassetto dell’amministrazione comunale e garantire quanto possibile, efficienza, trasparenza, equità e vicinanza ai bisogni della gente ora più che mai c'è bisogno dì un patto per riportare la legalità nei nostri territori. Concludo facendo un appello al buon senso dì tutti i cittadini italiani”.

 

 

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna