I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

::: ... :::
 

Incendio Eco X Pomezia, i sindaci del distretto scrivono al prefetto

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ALBANO LAZIALE (attualità) - Si chiedono chiarimenti alla luce dei dati insufficienti sui rilievi degli inquinanti

ilmamilio.it - comunicato stampa

In seguito all’incendio dell’impianto EcoX di Pomezia, i Sindaci dei Comuni del Distretto Socio – Sanitario e del Centro Operativo di Protezione Civile (COI) hanno firmato una lettera indirizzata al Presidente della Regione Lazio, al Prefetto di Roma, all’Agenzia Regionale di Protezione Civile e all’Agenzia di Protezione Civile della Città Metropolitana di Roma Capitale chiedendo se sussistano le condizioni tali da comportare “l’intervento coordinato di più enti o amministrazioni competenti in via ordinaria”, punto b), articolo 2 della Legge 225/1992.

Le Amministrazioni Comunali hanno inviato la missiva, in relazione ai dati a loro trasmessi “insufficienti – si legge nel documento - per poter valutare compiutamente l’impatto igienico – sanitario – ambientale delle conseguenze dell’incendio sui cittadini e sui territori di loro competenza”. Contestualmente i Sindaci hanno anche richiesto ad Arpa Lazio la possibilità di installare all’interno del territorio del distretto una centralina di rilevazione per i dati di ricaduta dei metalli pesanti, in particolare piombo e mercurio. 

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017


Registra il nostro contatto +39 3319188520 e inviaci le tue segnalazioni e foto su whatsapp