I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Registra il nostro contatto +39 3319188520 e inviaci le tue segnalazioni e foto su whatsapp
::: ... :::
 

Frascati, Mastrosanti: "Lontani dal Pd e vicini alla progettualità. I 5 stelle? Meglio delle aggregazioni per forza"

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

FRASCATI (politica) - L'ex consigliere offre la sua lettura del complicato momento politico cittadino

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Da Roberto Mastrosanti riceviamo e pubblichiamo.

"Gentile direttore,

la lettura del suo articolo del 15.2 dal titolo: "Frascati: il Pd all'ultimo bivio. ..." (LEGGI l'articolo) e di quello odierno (LEGGI l'articolo), sempre sulla situazione politica a Frascati, mi sollecitano alcune riflessioni.

La situazione generale, caratterizzata da una grande sfiducia dei cittadini verso la politica, rischia di vanificare sul nascere ogni tentativo di fare buona pratica anche a livello locale, ed allora l’utilizzo da parte dei protagonisti di atteggiamenti adeguati e di un linguaggio appropriato aiuta a privilegiare il confronto sui contenuti.

Per quanto ci riguarda stiamo producendo un grande sforzo in questa direzione ed il registrare che, talvolta, si abbinino a noi termini quali “soldati”, “ortodossi”, “odio” non ci piace e ci spinge a fare ancora di più per marcare una differenza positiva.

Le dico questo non per polemizzare, ma per andare oltre e trarne lo spunto e provare a chiarire quale sia la nostra posizione nell’attuale contesto di politica locale.

Innanzitutto riaffermo ed assicuro che dal locale Pd ci dividono oggi le scelte e gli eventi degli ultimi anni, non certo un sentimento di odio, ci mancherebbe altro. Solo una distanza politica che, ove anche la si volesse colmare, richiederebbe delle fasi di analisi e di ricostruzione di percorsi comuni che, allo stato dell’arte, appaiono difficilmente compatibili con le prossime scadenze elettorali.

La pessima esperienza amministrativa del Sindaco Spalletta, di cui l’attuale Pd è stato assoluto protagonista, con i suoi errori e divisioni, non pensiamo sia archiviabile con un semplice colpo di spugna che punti a scaricare ogni responsabilità sulle spalle dell’ex Sindaco, di cui non si cita più neanche il nome da quegli stessi dirigenti che lo avevano voluto ad ogni costo, anche di distruggere un centrosinistra che era maggioranza assoluta a Frascati. Il commissariamento del comune dopo decenni ci rammenta la storia.

Ci stupisce che alcuni, sempre critici verso i protagonisti di quella esperienza, oggi la pensino diversamente a situazione sostanzialmente immutata. Avranno avuto garanzie e rassicurazioni che ignoriamo. Ma così va il mondo e ci limitiamo a registrare. 

Al contempo siamo tra coloro che, rispetto ad altri, riconoscono invece la piena legittimazione anche al M5S di ambire al governo della città, estranei all’atteggiamento di chi pensa che tale ipotesi rappresenti una disdetta, se non una vera disgrazia, da scongiurare ad ogni costo. Pensiamo che delle aggregazioni a forza e solo contro non siano la soluzione, anzi possano essere un male peggiore perché potrebbero esporre la città a situazioni di conflittualità con conseguente pericolosa ed insostenibile ingovernabilità.

Neanche l’argomento di una presunta incapacità di governo dei pentastellati può tenere, la pessima prova offerta dalla citata ultima amministrazione PdSpalletta e la sua ingloriosa fine provano che decisivi sono sempre i fatti. Lo sforzo deve essere quello di sfidare, anche il M5S, sulla qualità della proposta amministrativa.

E’ giusto che ogni gruppo e movimento oggi proceda come meglio crede nella propria elaborazione progettuale per Frascati.

Noi, rispetto agli incontri di piazza – che arriveranno comunque a tempo debito e che onestamente in questa fase appaiono più finalizzati a soddisfare esigenze di visibilità e comunicazione pre-elettorali piuttosto che costituire fattivi luoghi di lavoro -, alcuni mesi fa abbiamo deciso di privilegiare la formazione di gruppi di lavoro aperti, numerosi e partecipati, che hanno prodotto delle prime proposte, scelte, sulle quali abbiamo ora iniziato una seconda fase di confronto  con la città nelle sue diverse articolazioni sociali.

Riunioni tematiche - quale quella tenuta ieri sera con diverse decine di professionisti ed imprenditori, presenti anche autorevoli operatori del settore vitivinicolo e del mondo della cultura -, che ci condurranno ad elaborare una definitiva proposta programmatica realmente ragionata e condivisa, rispetto alla quale restiamo aperti ad un ulteriore confronto,  anche con gli altri schieramenti in campo, e che, infine, presenteremo ai cittadini, tenendo presente che una proposta investe anche delle scelte in termini di selezione della classe dirigente, di definizione delle modalità di azione e di individuazione delle priorità che non sono secondarie rispetto ai contenuti programmatici.

L’ambizione e lo scopo che abbiamo è quella di dare il nostro contributo per elevare il confronto politico in città in vista delle prossime elezioni, puntando alla definizione di una proposta politica ed amministrativa di valore per Frascati, che privilegi la programmazione, la progettualità e la competenza, in una ottica di rilancio del territorio nella sua dimensione metropolitana".

 

 

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna