Ricerca nell'archivio:

Nemi, presentato il progetto europeo ''Specchio di Diana''

03-02-2017

NEMI - E' stato presentato questa mattina presso la sala conferenze "Specchio di Diana" il progetto europeo di promozione del territorio di Nemi e dei Castelli Romani, denominato "Charmed". La Commissione europea ha recentemente annunciato l'assegnazione di 2.5 milioni di euro ad un progetto europeo inserito nell’ambito del programma Horizon 2020 Marie Skłodowska-Curie RISE Ricerca e Innovazione. Il progetto è stato presentato da un consorzio europeo di piccole imprese e università, che collaboreranno insieme alla realizzazione del progetto stesso.

Il progetto sarà incentrato sul comune di Nemi, situato a 30 km di Roma, che, come molte altre città italiane, si trova a picco sul famoso Lago, vicino al mare Mediterraneo, possiede un importante patrimonio culturale e la sua longeva popolazione ha uno stile di vita unico e una ottima qualità della vita. Da qui la scelta come modello per la realizzazione “di una comunità verde di nuova concezione”, dove ricreazione, benessere e salute della popolazione vengono promossi, valutandone l’impatto ecologico, economico e sociale.

Lo sviluppo di piccole comunità verdi, in genere località minori e lontane dai flussi turistici principali, può essere promosso con l’obiettivo di sviluppare “un turismo della salute” che coinvolga sia la popolazione locale, sia i turisti, in particolare quelli in età pensionabile. "L'obiettivo, dicono gli organizzatori, è fornire un modello di auto-sostenibilità socio-economica, dove un sano invecchiamento può essere promosso in sinergia con le attività locali. Il territorio godrà così della possibilità di sviluppare attività quali l’orticoltura sociale e terapeutica, programmi di sensibilizzazione culturale, escursioni a piedi, mangiare sano, miglioramenti urbanistici, attività basate su salute e trasporto verde, ed il tutto costituirà la base per una concreta innovazione socio-economica. In questo progetto saranno riunite le competenze scientifiche e socio-economiche di università e piccole imprese di Italia, Regno Unito, Danimarca, Polonia, Slovacchia, Germania e Paesi Bassi, con l'obiettivo di creare un'infrastruttura socio-economica alternativa per lo sviluppo di un turismo basato sul miglioramento del benessere fisico e psicologico per i residenti e i visitatori. Per questo progetto verranno utilizzati nuovi strumenti di analisi scientifica e socio-economica, volti a valutare la qualità della vita e il benessere personale. L’impiego di metodi scientifici innovativi quali immunologia e analisi di campioni ematici della popolazione, analisi di suolo, aria, acqua e di prodotti alimentari tipici costituiranno lo strumento per una reale valutazione della salute e del benessere.

Gli specialisti in salute e orticultura saranno addestrati per stimolare l'economia locale e l'occupazione all'interno della Comunità, e delle azioni intraprese verrà valutato l'impatto economico complessivo, mediante il calcolo costo-beneficio per la salute. ''Sono felice, ha detto questa mattina a tutti i presenti e partner stranieri ed italiani, il sindaco Alberto Bertucci, che il nostro comune è stato scelto in questo progetto che vedrà coinvolte anche diverse università Europee, molti cittadini del Comune e i turisti che sempre più scelgono Nemi per le loro vacanza e spesso come meta di vita. L'obiettivo generale – conclude Bertucci - è quello di dimostrare i miglioramenti misurabili in materia di salute, benessere e recupero, in una zona di alto livello e pregio ambientale, paesaggistico e archeologico come Nemi ".   



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2019