Rifiuti, frazione umida: i 5-stelle critici con Volsca

Valutazione attuale:  / 0

ALBANO - "Alla richiesta di un'assemblea pubblica l'azienda ha risposto con la volontà di silenziosi e operosi incontri privati"

"Le scorse settimane il 5-Stelle di Albano aveva sollevato più volte, pubblicamente, con un comunicato stampa e nel corso di incontri di presentazione della Campagna della Provincia di Roma Compost-Ti-Amo, una serie di osservazioni  sul sistema dello smaltimento della frazione organica dei rifiuti urbani dei comuni di Albano, Velletri e Lariano.

E’ in via di approvazione, difatti, come ricorderete, una nuova centrale elettrica Volsca, in zona Velletri (località Lazzaria), dal costo superiore ai 16 (sedici) milioni di euro. Non ha tardato ad arrivare la risposta della Volsca Ambiente e Servizi spa, per bocca dell’amministratore delegato Franco Di Felice. Risposta formalizzata via e-mail. Alla nostra richiesta di un’assemblea pubblica, necessaria a chiarire gli aspetti più controversi e delicati della vicenda, aperta ai cittadini ed alla stampa dei Castelli Romani, l’azienda ha risposto dichiarando di preferire incontri “di natura privata, avendo la nostra società l'unico e proficuo scopo di fornire servizi a favore della cittadinanza, nel modo qualitativamente migliore, il tutto nel più totale e laborioso silenzio”

Eppure, va ricordato, la centrale elettrica di Velletri sarebbe un impianto industriale “a caldo”, con lo scopo di ottenere la produzione forzata di gas estratto dall’organico proveniente dalle locali discariche. Tra cui, va sottolineato, anche quello della discarica di Roncigliano.

Solo per il comune di Albano, difatti, tanto per intenderci, verranno “digestate” oltre 8000 tonnellate di frazione umida.  Frazione umida, come noto, che potrebbe essere trattata, viceversa, in impianti industriali “a freddo” che eviterebbero la produzione di inquinanti chimici altamente dannosi per la salute umana e per l’ambiente.

L’impianto, inoltre, è stato progettato dal noto e stimato Ing. Bruno Guidobaldi (dello studio SAIM con sede a Genzano di Roma), già progettista e direttore lavori del VII invaso di Roncigliano. E produrrebbe, come scarto industriale finale, il FOS: la cosiddetta Frazione Organica Stabilizzata. Un rifiuto speciale, da conferire in discariche speciali, ad un prezzo speciale: come, tra l’altro, indicato nel progetto  e stabilito dalla legge.

Nonostante la volontà della Volsca Ambiente e Servizi di mantenere privato l’incontro, il Movimento 5 Stelle di Albano Laziale ha deciso di non partecipare poiché l’incontro non è di natura politica, bensì riguarda un impianto che coinvolgerà tutta la cittadinanza senza esclusioni. I benefici (quali?), e le ricadute sull’ambiente e sulla salute (supportati dagli studi e relazioni dell’ISDE) sono di interesse pubblico, e tale deve essere  l’incontro.

Inoltre esortiamo la cittadinanza, tutta, a partecipare a qualsiasi tipo di assemblea o evento divulgativo riguardante la “tematica rifiuti” poiché la cittadinza ha sia il dovere sia il diritto di chiedere ed ottenere un'ampia informazione".

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna